0 minuti di lettura

La ceramica

Un'arte antica che si tramanda da secoli e colora la città con pennellate di giallo, verde e blu cobalto

A colorare le vie della città sono le botteghe dei ceramisti saccensi che espongono le loro opere per attrarre i passanti. Pennellate di giallo, verde e blu cobalto decorano corso Vittorio Emanuele e via Licata, le strade principali della città. Ma i laboratori dei ceramisti sono sparsi in tutta Sciacca così, tra una viuzza e un vicolo, non stupitevi di incontrare veri angoli di arte. Ogni artista ha le sue particolarità: c’è chi è rimasto più legato alla tradizione e chi, senza paura, sperimenta producendo opere più moderne.

 

Un po’ di storia

Quella della ceramica è un’arte antica che a Sciacca si tramanda dal 1282 quando molte maioliche venivano commercializzate e destinate a decorare palazzi, chiese e monumenti di tutta la Sicilia. Un esempio? Molti mattoni del maestro Lombardo, nel 1498, servirono a decorare il Duomo di Monreale, in provincia di Palermo.

 

FINE